Controlli non distruttivi

I controlli non distruttivi nel campo dell’ingegneria civile, costituiscono un ampio gruppo di tecniche di indagine che consentono la valutazione delle proprietà di materiali, componenti o intere strutture, con un grado di invasività nullo o minimo rispetto alle tradizionali metodologie ispettive.  


In questo settore S2X offre i seguenti servizi:

– INDAGINI TERMOGRAFICHE: sfruttando la correlazione tra le onde naturalmente emesse dagli oggetti nel campo degli infrarossi e la loro temperatura superficiale, la termografia consente di supportare il rilievo geometrico e le indagini su materiali e dettagli strutturali, nonché l’analisi dell’evoluzione storica delle strutture. Può anche essere usata per rivelare danni nascosti o fenomeni di degrado.

– STIMA DELLO SFORZO DI TRAZIONEDA MISURE DI VIBRAZIONE: lo sforzo assiale in cavi e catene è stimato a partire da misure di vibrazione attraverso la soluzione di un problema inverso; questa tecnica è in grado di valutare con precisione lo sforzo assiale in condizioni operative senza alcuna interferenza con l’uso della struttura (nessuna necessità di operazioni di allentamento e ricarico). White paper 1, White paper 2.

– PROVA SCLEROMETRICA: È una metodologia di indagine di tipo meccanico che consente di stimare la resistenza a compressione del calcestruzzo su edifici esistenti; la sua attuazione prevede la sola rimozione dell’intonaco.

– PROVA ULTRASONICA: È una metodologia di indagine che consente di stimare la resistenza a compressione del calcestruzzo su edifici esistenti sfruttando la propagazione di onde ultrasoniche all’interno dell’elemento indagato; la sua attuazione prevede la sola rimozione dell’intonaco. Sono spesso applicate anche per ottenere maggiori informazioni su quadri fessurativi e omogeneità di elementi in calcestruzzo.

– PROVA SONREB: combinazione di prove ultrasoniche e sclerometriche per la stima della resistenza a compressione del calcestruzzo; l’unione delle due prove consente di limitare eventuali difetti di informazioni che possano derivare dalla particolare natura del calcestruzzo adoperando una singola tipologia di prova.

– PROVA SONICA: è una tecnica di prova basata sulla propagazione delle onde sonore all’interno della muratura. Viene adoperata per studiare l’omogeneità e le proprietà meccaniche degli elementi in muratura, soventemente in scenari pre e post-intervento.

– PROVA PACOMETRICA: viene usualmente applicata per la localizzazione, definizione della maglia superficiale di armature in elementi strutturali in calcestruzzo armato. Può fornire una stima del diametro delle barre. Non prevede alcuna rimozione di intonaco.

– MISURA DELLA PROFONDITÀ DI CARBONAZIONE: Nelle strutture in cemento armato, la carbonatazione del calcestruzzo è una condizione favorevole per la corrosione delle armature in acciaio. La misura della profondità di carbonatazione dà informazioni sul degrado del calcestruzzo; essa viene effettuata con l’applicazione di una soluzione con fenolftaleina su campioni di calcestruzzo precedentemente estratti mediante carotiere.

– PROVA ENDOSCOPICA: l’endoscopia può essere utilizzata, da sola o in combinazione con la termografia, per identificare le tipologie di muratura presenti in una struttura. L’ispezione visiva diretta delle cavità all’interno degli elementi strutturali indagati consente di verificare l’assenza di vuoti, ovvero la presenza di nuclei realizzati con materiali diversi e poveri.

– INDAGINI IN-SITU: il rilievo strutturale e geometrico, compreso il rilievo dei danni, in particolar modo dei quadri fessurativi, occupa un ruolo fondamentale nell’analisi delle strutture esistenti e/o storiche. Rapporti fotografici e disegni tecnici sono l’output tipico di questa attività di indagine.


L’applicazione efficace e coerente delle tecniche di prova non distruttive dipende in larga misura dalla formazione, dall’esperienza e dall’integrità del personale. I servizi S2X sul campo si avvalgono di professionisti certificati per la consulenza (piani di indagine) e l’esecuzione di prove non distruttive. La pianificazione e l’esecuzione delle indagini da parte di professionisti certificati di Livello II secondo la norma UNI EN ISO 9712 (ex UNI EN 473) assicura alla perizia redatta valore anche in ambito assicurativo e legale.


SOLUZIONI:

PROGETTI: Fiumicino, Villa Esther, Palazzo Japoce


TORNA ALLE SOLUZIONI                                            SHARE   facebookfacebookfacebook