ANALISI MODALE OUTPUT-ONLY

L’analisi modale output-only è la procedura di prova in grado di produrre stime sperimentali dei parametri modali a partire da misure della sola risposta strutturale. In Ingegneria Civile questa metodologia di prova è particolarmente attraente in quanto le prove sono veloci, economicamente convenienti, e non interferiscono con il normale uso della struttura. Inoltre, i parametri modali identificati sono rappresentativi dell’effettivo comportamento della struttura nelle condizioni operative, in quanto valutati con riferimento ai livelli di vibrazione effettivamente presenti nella struttura e non a quelli artificialmente generati. D’altro canto, le ridotte ampiezze di vibrazione nelle condizioni operative richiedono l’impiego di sensori ad elevata sensibilità e basso rumore e una catena di misura ad alte prestazioni nell’esecuzione delle prove. Le stime sperimentali dei parametri modali trovano impiego in diverse applicazioni, tra cui l’aggiornamento dei modelli (per ridurre le incertezze di modellazione dovute a discretizzazione e ipotesi di modellazione) e risoluzione di problemi (un tipico esempio è la valutazione delle cause di eccessive vibrazioni).


Operational Modal Analysis

L’analisi modale output-only è applicata con successo a una varietà di tipologie strutturali, quali:

  • PONTI (incluse le passerelle pedonali);
  • EDIFICI;
  • DIGHE;
  • STADI;
  • SERBATOI.

S2X offre un servizio completo per l’identificazione dinamica output-only di strutture civili che include la progettazione della prova, l’esecuzione delle misure in campo e l’elaborazione dei dati con produzione del rapporto di prova relativo. Ulteriori servizi riguardano la valutazione della correlazione tra le risultanze sperimentali e quelle dei modelli numerici.


SOLUZIONI:

PROGETTI: Campanile Vasto, Passerella Ospedale del Mare, Ospedali Riuniti di Foggia, Autostrade, Municipio Sala Consilina, Chiesa Ischia, MANN, READINESS, Ponte Ufita, portale metallico SPEA, Scuola Lanciano


TORNA ALLE SOLUZIONI                                            SHARE   facebookfacebookfacebook